adrianalibretti

Poesie, prose, foto e dipinti

Poesia transitoria

Non riesco a stare ferma sulla sponda

alla foce del fiume che mi scorre

dentro le vene o forse altrove, fuori.

Sempre una percezione di stupore

di sangue che fluisce tra le cosce

o di tempesta che opacizza il cielo.

Non mi ritrovo neache nei vent’anni

quando il pianeta intero mi era alieno

bruciavo tappe, presa nelle spire

dell’onda alta delle sensazioni

immaginavo gesta per natura

da inventare di nuovo sempre contro.

Mi chiedo a volte dove siano andate

le sommosse di sguardi, di visioni

pur accettando che la meta muti

che sfumino le tracce e poi si plani.

Però la vita piega dove vuole

come qui soffi il vento non so dire.

Ecco tornata un’altra fioritura

pur essendo inoltrata la stagione.

Che strano, alla mia porta ieri stava

il folle dio pagano che bussava.

Mai mi era capitato fino ad ora

di abbracciare così quello straniero.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Poesia transitoria

  1. Questa poesia mi inebria!

  2. Poesia d’autore!
    E’ magnifica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: