adrianalibretti

Poesie, prose, foto e dipinti

Ode alla cima

Fiori molli distesi

orecchie chiare

da mordicchiare adagio

ad una ad una.

Indugio foglie poi

prendo il respiro

prendo e mi tuffo

al centro di un boccone.

Scivola il viaggio fino

nella gola fino in cucina

di credenza al piano

stupito affaccio

sguardo da bambina.

Pasta che odori

di mimosa e viola

piccole orecchie

che mi state in mano

ad ascoltar la mia

fame d’amore.

Coi rebbi adesso frugo in un

passato che è stato appena

giusto l’altro ieri

ma già avvizzisce e presto

andrà scordato.

Grazie mia cima

cima del principio

cima di rapa

dolce attracco antico.

WP_20160313_005.jpg

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: