adrianalibretti

Poesie, prose, foto e dipinti

Archivio per il tag “amore”

Babbo

Ciao bella del tu’ babbo
-così mi salutavi
quand’eri in buona-.
Sappi che manchi, padre.
Pur se imponevi sempre il tuo volere
mi facevi da scudo al malomondo.
Dopo, sono cresciuta.
Amata, ho molto amato.
Ma resti insuperato.

20181017_155405 (2)

Annunci

Al nascituro

Verrai d’autunno

mentre il frassino inizia

a farsi d’oro.

 

Di mussola ottobrina

ti avvolgerà la luna.

IMG-20180930-WA0006

Ballata

Con te.

A salire i gradini

di ogni scala.

Nelle ballate

a trecento

di ogni mare.

Nelle polifonie

a tempo variabile

nella forma

a rondò

nel madrigale.

Fulgida fiamma

lampo

amore antico

Benché lontan me trovi in altra parte

Tempo né luoco mai da te mi parte”.

Ascolto attenta

frugo negli accordi

dove sarà sparito?

-mi domando.

Forse starà

bussando

al paradiso

urlando i versi

di Bob Dylan

al cielo

starà con John

tra i fields

but not forever!

 

Ma riprende il tenore

a gorgheggiare

con due soprani

arie

a modulare.

Clavicembalo

liuto flauto viola

viola da gamba e poi

da braccia viola

eppure tra le braccia

non ti ho ancora

e tra le gambe no

meno che meno.

Canta il cantore

canta

scende in sala

mentre un nodo

mi serra già

la gola.

Fine concerto

applaudo a mani tese

schiaccio

un’idea velluto

polverosa.

L’idea batterio

quanto mai letale

insinua che

ti potrei

dimenticare.

WP_20170514_001

Frullano i raggi-

di un mese controvento

canta l’estate.

 

Così fresco il ricordo

di noi lungo il canale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

Pixel

Non siamo stati

nell’isola spagnola

né in quella italiana

non siamo stati

in Costa Rica.

Non siamo stati,

mai.

 

Di notte non

compari

padrone è

il quotidiano

sì, quello

cartaceo

spiegazzato

anche se tu

al riguardo

ti mostravi assai

scettico e

quotidianamente

mi nutrivi

di pixel.

 

Torna, ti prego

a inondarmi d’e-

mail.

Mi urge

la tua irripetibile

emoticon

la nostra unicità

automatica

le tue parole

retroilluminate.

Di troppo

ragionate

perentorie

stampate

d’un tratto

all’improvviso

a me sottratte.

20180511_205924

Lucciole e fiori:

ti aspetto nel giardino

di mare a maggio.

 

D’improvviso mi accorgo

che ancora nego il vero.

20180512_142338

Cucina reattiva

Gustative

papille

ormai

v’intendo.

Né più

mi curo di

quel frigo

vuoto.

Circolarmente

rimesto

tempospazio,

abile a

commutare

umili avanzi.

Oggi,

nuove ricette:

mumble

crumble,

bavarese

di zero

grano in

zucca,

salivella

integrale

senza

gnocca.

Sottoloscrivo:

mi nutro

di emozioni.

Mordo

malate attese

aspettative.

Sputo

silenzi pregni

di tensione.

Mangio

pensieri

lievi inascoltati

e i tuoi

distratti baci

da cazzone.

20180421_121528

Un nuovo aprile

Ne sono certa:

cogli ogni mio pensiero

al primo sboccio.

 

La primavera invita

a far scorta d’amore.

IMG-20170326-WA0003

 

Elleboro

Stella di frutti

a febbraio sussurri:

– sarò il tuo fiore.

A invernali promesse

voglio credere ancora.

20180302_161736

Geme ogni stelo:

cielo e terra in amore

nel temporale.

20180225_121842

 

Navigazione articolo